statistiche gratuite
Caricamento ...
Notevole8,1
Appeal

Domus Aurea

Siti archeologici

a persona

16,00
  • Visite con guida
  • Prenotazione Obbligatoria
  • Gruppi

Domus Aurea © Copyright - All rights reserved

Descrizione

La Domus Aurea è la meravigliosa residenza dell'imperatore Nerone, costruita dallo stesso dopo l'incendio del 64 d.C., all'epoca contornata da un'area di circa 80 ettari, tra il Palatino e l'Esquilino, di cui l'imperatore si appropriò. La residenza, seppur non venne mai interamente completata, era adornata da giardini, boschi, ninfei e altri edifici e padiglioni ad essa connessi ed ispirò la struttura di Villa Adriana, a Tivoli. Ciò che resta oggi dell'originaria villa è quanto sopravvissuto allo spoglio della stessa, avvenuto subito dopo alla morte di Nerone e alle modifiche apportate dalle altre personalità storiche e all'incendio del 104 d.C.

L'accesso alla villa era posto nel Foro Romano, tramite un vestibulum, un atrio porticato dove era posto l'enorme colosso bronzeo rappresentante Nerone (statua che ispirò il nome Colosseo, poiché il Colossum era appunto la statua posta in prossimità di esso). Intorno alla domus vi era uno stagno, probabilmente già esistente ed alimentato da un piccolo corso d'acqua, che Nerone fece circondare da edifici secondari ad essa, strutturati come una città.

Esistevano poi boschi ed aree verdi che giungevano fino al padiglione che affaccia sul Colle Oppio,un corpo ampio e super lussuoso, oggi visitabile. La sua magnificenza fu quella che permise di dare il nome di "Aurea" alla Domus, ovvero dorata, all'intera villa. In questa area non erano presenti stanze da letto, latrine e cucine, tanto che si sostiene sia stata un'area per banchetti e feste ed è per questo che era interamente rivestita d'oro, gemme e madreperla. In particolare la sala da banchetto principale, (cenatio principalis), era di forma rotonda e ruotava continuamente, come l'universo; era anche dotata di bagni con acqua dolce e sulfurea.

La maestosità della Domus Aurea, è dunque, nell'essere stata un'opera d'arte contenente altre opere d'arte: soffitti e pareti erano impreziositi da affreschi del pittore Fabullo; ovunque vi erano statue, molte del Prassitele e molte giunte fino a noi oggi (la Venere Callipigia, i Gruppi Pergameni, il Gruppo del Lacoonte, la Galata suicida, la Galata morente..) visitabili in diversi musei.

Visite: Il biglietto di accesso alla Domus Aurea, permette ai visistatori l'accesso anche al suggestivo cantiere di restauro con realtà virtuale.


Indirizzo

Via della Domus Aurea, 1
00184 Roma (RM)
0639967700 Sito WEB

Orari (Oggi aperto)

Normalmente aperto con i seguenti orari:
Lunedì 08:30-18:15
Martedì 08:30-18:15
Mercoledì 08:30-18:15
Giovedì 08:30-18:15
Venerdì 08:30-18:15
Sabato 08:30-18:15