statistiche gratuite
Caricamento ...

Il corteo che tocca il cielo: La Festa dei Gigli

Festa tradizionale con corteo che sfila con 8 costruzioni, ognuna alta 25 metri, in onore del Vescovo Paolino che per liberare Nola si consegnò ai visigoti.

Sagre e Feste
Questa festa si celebra il 22 giugno o la domenica successiva qualora il 22 non fosse domenica ed è oggi un evento patrimonio dell'Unesco. Nasce a Nola, ma è festeggiata anche dai turisti e dai Napoletani peri il suo grande volore religioso e per essere un evento spettacolare: un corteo di 8 costruzioni lignee a forma di giglio alte 25 metri, portate da ben 127 uomini. Durante il corteo, ogni giglio è accompagnato da una banda musicale e l'effetto che sbalordisce gli spettatori è la "girata", ovvero quando ogni giglio viene fatto girare su se stesso dai portantini. Interessante da sapere che le decorazioni dei gigli sono attinenti alle corporazioni di arti e mestieri: Ortolano, Salumiere, Bettoliere, Panettiere, Beccaio, Calzolaio, Fabbro e Sarto. La parata ha inizio e fine in Piazza Duomo a Nola ed al termine del giro in città, i gigli vengono svestiti delle decorazioni e gettati in terra con forza e distrutti: spettacolo, questo, di grande impatto emotivo dei presenti. la redazione